Sto pensando di vendere casa. Come scegliere a chi rivolgermi?

Questa domanda “attanaglia” la maggior parte di coloro che decidono di vendere il proprio immobile. Ed è comprensibile, perché scegliere in modo superficiale chi andrà a trattare il bene più prezioso ed importante che possiedono rischierebbe di condurli verso una faticosa strada, tutta in salita, piena di ostacoli e dall’esito incerto.

Per questa ragione è fondamentale compiere una scelta iniziale ragionata, e privilegiare un professionista piuttosto che un altro sulla base di criteri pensati.

A tal proposito, riportiamo di seguito un dato emerso da un recente studio condotto dalla F.I.M.A.A (Associazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari) per poi fare una riflessione in merito al tema.

Secondo l’indagine svolta, quasi il 50% dei venditori sceglie di optare per l’agente immobiliare che propone loro un metodo di lavoro valido e conforme alle proprie esigenze. Percentuali inferiori orientano la propria decisione in base all’esperienza di amici e parenti e percentuali ancora inferiori sulla base del comodo raggiungimento dell’agenzia o del rapporto di amicizia che li lega al professionista.

Dallo studio condotto emerge un dato interessante, che vorremmo approfondire in questa sede. La maggior parte dei venditori non seleziona l’agente immobiliare a cui rivolgersi per la vendita del proprio immobile seguendo delle logiche che potremmo definire “affrettate o superficiali” (“affido l’incarico a lui perché è mio amico, mi rivolgo a quell’agenzia perché ha l’ufficio sotto casa mia…”), ma sulla base di valutazioni ragionate con criterio. Questo è un dato rilevante che è importante mettere in luce.

Decidere di vendere la propria casa infatti, rappresenta un momento molto importante nella vita di chiunque, sia da un punto di vista personale (perché banalmente in quell’abitazione si è nati e cresciuti, o perché quella casa è stata acquistata con i risparmi di una vita, oppure perché dal “buon esito” della vendita di quell’immobile dipendono delle scelte future…), sia da un punto di vista oggettivo (trattare la vendita di un immobile non è affatto semplice, esistono dei rischi molto concreti come quello di “svalutare” fin da subito la soluzione, proponendola ad esempio in pubblicità in maniera non adeguata, o non predisponendo su di essa un piano marketing studiato, il rischio di “essere lasciati soli”, di non selezionare con cura i clienti, di portare avanti una trattativa destinata a non concretizzarsi, magari perdendone altre valide, di non bilanciare equamente gli interessi delle parti, il rischio di non analizzare e reperire correttamente la documentazione necessaria, di non compiere con precisione tutti i passi e i controlli fondamentali per il buon esito dell’affare).

Nel corso della nostra esperienza abbiamo conosciuto diverse tipologie di venditori, ognuna con le proprie caratteristiche e peculiarità, ognuna giunta a scegliere la nostra realtà per le ragioni più disparate. Il consiglio che possiamo darvi è quello di decidere a chi “affidarvi” per la vendita della vostra casa seguendo un criterio pensato, che sia obiettivo e non superficiale. E’ sicuramente importante conoscere l’opinione di chi prima di voi si è trovato nella vostra stessa situazione. Ce ne rendiamo conto, tanto da aver scelto di dedicare sul sito internet della nostra agenzia un’intera sezione al “Dicono di noi”, pagina in cui chi ha avuto a che fare con il nostro metodo di lavoro è libero di esprimere la propria opinione in merito.

Tuttavia, sentite le opinioni di altre persone, è fondamentale che per compiere una scelta così importante e delicata, vi affidiate al parere più attendibile e fidato che possiate recepire: il vostro. Affidatevi alla vostra percezione sulla persona e sul professionista che avete davanti, sul metodo di lavoro che vi sta proponendo. Quando decidete di vendere la vostra casa, contattate il maggior numero di professionisti nella vostra zona e fissate con loro un incontro conoscitivo, di persona, ponete loro delle domande, confrontatevi, esponete loro tutti i vostri dubbi e i vostri timori: solo in questo modo potrete “misurarvi” con chi avete davanti. Ci rendiamo conto che si tratta di un iter che necessita di un impegno iniziale da parte vostra…ma questo impegno risulterà ampiamente ripagato in seguito, quando verrete accompagnati senza alcuna preoccupazione lungo un semplice sentiero in discesa per giungere nel migliore dei modi alla vendita del vostro immobile, senza spiacevoli sorprese finali.

Fare una scelta affrettata all’inizio del cammino può rischiare di compromettere l’intero percorso. “Rientrare in carreggiata” dopo esservi usciti necessita di un impegno doppio, oltre al tempo e alle occasioni perse, che nessuno vi restituirà più. D’altronde si sa, chi ben comincia è a metà dell’opera