LE DUE FACCE DELLA CASA DI CORTE: LA TUA E’ FELICE O TRISTE?

Caro lettore,

Mi chiamo Luca Zinellu, sono agente immobiliare da circa 15 anni ed oggi vorrei parlarti della casa di corte 

Ti starai sicuramente chiedendo il significato del titolo del mio nuovo articolo: è semplice, la casa di corte ha due facce, quella sorridente indica tutti i pregi che una casa di corte può avere ed i relativi benefici per chi ci abita, quella triste indica invece tutti i difetti ed i disagi che può arrecare a chi ne è proprietario.

Ricordo che nel 2004, quando ho iniziato ad imparare la professione di agente immobiliare, l’euro era diventata la moneta corrente solo da pochi anni ed aveva provocato con il cambio un effettivo raddoppio dei valori immobiliari. Una grande facilità di reperimento di mutui a tassi agevolati alla quale non si era abituati aveva comportato poi una vera e propria frenesia nel mercato immobiliare. E’ inutile dire che pochi anni più tardi ho purtroppo vissuto anche il lungo periodo di crisi, ma preferirei soffermarmi su questo tema in uno dei prossimi articoli. La frenesia del mercato immobiliare aveva ridato una nuova vita alle case di corte, ad essere onesti a quelle con la ‘faccia triste’. Parlo di “faccia triste” e “faccia felice” in quanto le case di corte hanno appunto una doppia faccia, ecco per quali ragioni:

  • La casa di corte può essere, da un lato, un prodotto molto richiesto ma dall’altro, un prodotto ‘snobbato’
  • La casa di corte può essere venduta ad un prezzo elevato come può essere letteralmente svenduta
  • La casa di corte può rappresentare un ottimo investimento come l’investimento peggiore della vita
  • Vivere in una casa di corte potrà farvi apprezzare la ‘libertà’ delle regole come potrà farvela disprezzare
  • I rustici annessi alle case di corte possono essere un valore aggiunto ma potrebbero anche essere delle vere e proprie discariche diroccate e piene di cianfrusaglie inutili

Alla luce di questi esempi è evidente comprendere come, prima di procedere all’acquisto di una casa di corte, sia fondamentale prestare attenzione ad alcuni particolari onde evitare di incappare in un acquisto errato e rischiare di pagarne poi le conseguenze. Quindi se stai acquistando un’abitazione in corte fai attenzione a questi particolari:

  1. Grandezza del cortile: Un appartamento inserito in un cortile grande non significa obbligatoriamente che non possa essere un buon investimento, però attenzione alle condizioni. Spesso nei cortili con una presenza di oltre tre famiglie, le parti comuni sono gestite in maniera del tutto autonoma dai singoli proprietari e questo può comportare un uso confusionale dello spazio comune. Ho anche visto cortili con tinteggiature delle facciate differenti effettuate senza nessun criterio con effetti negativi sull’estetica complessiva del contesto.
  2. Cortili molto piccoli: E’ una credenza comune pensare che il cortile piccolo sia sinonimo di tranquillità. Questo non è sempre vero: mi è capitato infatti di riproporre in vendita abitazioni da poco acquistate perché il rapporto con l’unico vicino era diventato talmente ingestibile da far preferire la vendita alla ricerca di una soluzione civile tra adulti.
  3. Attenzione ai vicini: Cercate di capire i possibili inquilini del cortile, ad esempio un amico o conoscente che abita in zona da anni sicuramente saprà dirvi se in quel cortile potrete imbattervi in vicini ‘vivaci’.
  4. Attenzione all’uso delle parti comuni: un uso inappropriato delle parti comuni, come ad esempio motorini abbandonati, materiali di vario genere accatastati in un angolo, pavimentazione del cortile inesistente o vetusta e la totale assenza di regole potrebbero arrecare diversi disturbi alla vostra tranquillità futura.
  5. Attenzione alle troppe regole: abbiamo già detto che la totale assenza di regole costituisce sicuramente un elemento da considerare con attenzione, ma, come si suol dire ‘il troppo stroppia’, quindi anche le troppe regole possono essere sinonimo di un vicinato troppo invadente che non gioverà di sicuro al vostro benessere.

E se ho acquistato un immobile con la faccia triste ?

Se hai acquistato un immobile con le caratteristiche che avresti dovuto evitare puoi contattare un professionista che ti sappia indicare il corretto valore di mercato a cui potrai realmente vendere la tua casa. Il professionista se scelto non in base alla Provvigione ma in base alle competenze saprà sicuramente indicarti le misure che saranno necessarie per limare i difetti che ti hanno spinto a vendere.

Spero che troverai utile il mio articolo.

Servizio Garantito Immobiliare