IL SUPERBONUS 110 %

 

Il nuovo superbonus 110 % previsto per alcuni interventi edilizi costituisce indubbiamente un argomento di grandissima attualità e un importante incentivo per la rivalutazione del patrimonio immobiliare esistente. Uno degli aspetti indubbiamente più interessanti è dato dalle alternative alla detrazione, come lo sconto di pari importo sul corrispettivo dovuto e la cessione del credito d’imposta, che consentono di sostenere gli interventi previsti dal decreto SENZA AVERE UN ESBORSO MONETARIO: è per questa ragione che tutti si sono attivati nel contattare le imprese e gli istituti di credito interessati a collaborare in questo senso (diverse banche hanno già manifestato infatti la propria disponibilità ed interesse nella cessione del credito d’imposta: l’istituto di credito ha un comprensibile interesse nell’anticipare un importo che gli viene restituito dallo Stato in 5 anni, incrementato del 10 %).

Per poter applicare questo tipo di aliquota, vi sono ovviamente dei requisiti da rispettare

  • soggettivi: è importante comprendere chi può beneficiare del Superbonu [non tutti: ad esempio le persone fisiche (purchè al di fuori dell’esercizio di impresa, arti e professioni), i condomini ecc…]
  • temporali: il superbonus vale per i lavori effettuati dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 [non vi è attualmente certezza in merito ad eventuali proroghe]
  • tecnici: il decreto prevede infatti degli interventi cosiddetti trainanti, quindi indispensabili, come quelli di isolamento termico [cappotto], sostituzione degli impianti di riscaldamento e riduzione del rischio sismico, e degli interventi cosiddetti trainati, che possono essere quindi eseguiti in abbinamento ad almeno uno degli interventi trainanti e rientrare nel Superbonus 110 %.

In ogni caso occorre ricordare che per poter beneficiare del Superbonus 110% è necessario che gli interventi comportino un miglioramento di almeno due classi energetiche.

E’ importante tenere in considerazione che sono previsti dei limiti di spesa [che variano in base alla tipologia di abitazione, al numero di unità immobiliari presenti in condominio ecc…]

Invitiamo, per ulteriori approfondimenti a consultare la guida PDF scaricabile direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Il Superbonus 110 offre un aiuto concreto alla rivalutazione del patrimonio immobiliare esistente, anche nell’ottica di una futura rivendibilità dell’immobile. Il contesto è infatti un elemento che viene tenuto in considerazione quando si valuta una casa. Offrire al potenziale acquirente un “primo impatto” positivo, è importante. E mostrargli che ad esempio è appena stato fatto il cappotto (e la conseguente facciata) beneficiando del Superbonus, sono stati sostituiti gli infissi, oppure cambiata la caldaia, costituisce indubbiamente un importante incentivo.

Open chat